• 2minuti del tuo tempo per leggere questo articolo

Proroga per PEF e tariffe TARI al 30 giugno 2024: emendamento del Governo al Decreto Superbonus in Commissione Finanze al Senato. Lo annuncia l’ufficio stampa del Ministro per i Rapporti con il Parlamento

Il tentativo, bipartisan, di concedere ai Comuni più tempo per l’approvazione di PEF e tariffe aveva riguardato già il DL 19/2024. In quella sede, però, gli emendamenti furono dichiarati inammissibili. Prima della questione di fiducia, poi, un nuovo tentativo per proroga TARI e impianti minimi dall’esito più che scontato.

Oggi l’appello al Governo dell’ANCI per proroga TARI e gestione dell’ormai annosa questione degli impianti minimi: “Le note vicissitudini che stanno interessando tantissimi Comuni da nord a sud e i gestori del servizio rifiuti rendono urgente un intervento del Governo per tutelare i cittadini e impedire un rialzo delle tariffe del servizio di gestione dei rifiuti urbani, dovuto a un intreccio di difficoltà legate all’applicazione delle regole ARERA e, principalmente, alla vicenda dei cd. “impianti minimi” innescata da alcune sentenze del Consiglio di Stato avverso le determinazioni dell’Autorità.”

Mai come quest’anno, la proroga appariva quanto mai necessaria, attesi anche i grandi livelli di incertezza in cui sono costretti a muoversi gli enti: “In questo contesto di grave incertezza, si registrano poi diffusi ritardi anche nell’aggiornamento biennale 2024-2025 del PEF. Senza un PEF validato non è possibile approvare le tariffe entro il 30 aprile, con conseguente conferma tacita delle tariffe deliberate nel 2023, che però risulteranno insufficienti a coprire i costi effettivi 2024.”

Oggi, invece, la notizia diffusa dall’ufficio stampa del Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani. Presentato un emendamento del Governo al Decreto Legge nr. 39 del 29 marzo 2024 (c.d. Decreto Superbonus) che proroga il termine per la presa d’atto dei PEF e l’approvazione delle tariffe TARI dal 30 aprile al 30 giugno 2024.

Esperto Servizio Tributi e Fiscalità Attiva di Kibernetes | Website | + articoli

Laureato in Economia Aziendale e Management all'Università degli Studi di Napoli "Federico II" con specializzazione in Economia delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche, è responsabile dell'area fiscalità attiva e tributi della sede di Napoli