È pronto e verrà discusso domani il decreto del ministro dell’Interno, di concerto con il ministro dell’Economia, recante i criteri e le modalità di riparto del saldo 2021 del fondo per l’esercizio delle funzioni degli enti locali.

Il saldo costituisce oltre l’85 per cento del “fondone” 2021:  1150 milioni di euro in arrivo per i comuni e altri 130 per città metropolitane e province.

Nel riparto sarà considerata l’eventuale eccedenza di risorse ricevute nell’anno 2020 da ciascun comune, unione di comuni e comunità montane così come emerge dalla certificazione 2020 inviata il 31 maggio scorso, quindi i nuovi trasferimenti  probabilmente non saranno assegnati a tutti gli enti.

È confermato che anche gli utilizzi 2021 dei fondi per l’emergenza saranno soggetti a certificazione entro il 31 maggio 2022 con modalità da definire con apposito decreto. Entro il 30 giugno 2022 sarà poi effettuata la verifica a consuntivo della perdita di gettito e dell’andamento delle spese 2020 e 2021.

+ posts