Entra nella seconda fase il portale “inPa”, che ha come obiettivo attuare modalità di selezione più veloci, trasparenti e rigorose per selezionare i profili tecnici e gestionali necessari alla realizzazione del PNRR. In autunno, infatti la piattaforma sarà implementata con la pubblicazione di bandi e avvisi di selezione.

La piattaforma è attiva dal 10 agosto scorso in via sperimentale e nei piani del governo entrerà a regime entro il 2023, quando ospiterà i bandi dei concorsi in sinergia con la Gazzetta Ufficiale e le procedure di mobilità dei dipendenti pubblici.

Chi vuole accedere, potrà presentare la propria candidatura registrandosi al portale “inPA” caricaldi i propri dati personali, le competenze e le esperienze professionali.  Inoltre, “InPa”, per la ricerca e il reclutamento dei profili professionali necessari alle P.A., si avvarrà delle Banche-dati specifiche dei professionisti iscritti agli Albi e altro.

Il portale “inPA” è stato istitutio originariamente dalla Legge n. 56/2019, inserito nel PNRR e disciplinato definitivamente dal Dl. n. 80/2021 (convertito con Legge n. 113/2021).

+ posts