• 2minuti del tuo tempo per leggere questo articolo

Regis semplificata per le piccole e medie opere del PNRR. Il governo, con il decreto del Ministero dell’Interno del 14 maggio ha pubblicato i nuovi manuali per la rendicontazione semplificata su Regis delle piccole e medie opere. La Regis semplificata era prevista dalla Legge 29/04/2024 n. 56 di conversione del DL 19/2024.

In sintesi, per i soggetti attuatori:

1. Viene meno l’obbligo di redigere e caricare su Regis la documentazione relativa a:

  • Attestazione di conformità agli obblighi del PNRR (es. pubblicità, perimetrazione, rispetto DNSH..);
  • Checklist per la verifica dell’affidamento;
  • Attestazione delle verifiche di affidamento;
  • Checklist per la verifica dell’ammissibilità della spesa;
  • Attestazione di conclusione dell’intervento;
  • Formato per variazioni e/o rimodulazioni progettuali.

2.  Le verifiche che rimangono obbligatorie sono quelle relative a:

  • regolarità amministrativo-contabile;
  • assenza di situazioni di conflitto di interessi;
  • assenza di doppio finanziamento.

3. Rimane l’obbligo di conservare la documentazione in fascicoli cartacei o informatici per garantire la completa tracciabilità delle operazioni. Ricordiamo che devono essere costituiti specifici fascicoli relativi a:

  • Documentazione di progetto (CUP, eventuali modifiche al progetto);
  • Comunicazioni e scambio di informazioni con il Ministero dell’Interno;
  • Documentazione amministrativo-contabile relativa alle singole procedure attuate, suddivisa in due sottocartelle: procedure e spese.

Per approfondire le tematiche legate al Regis clicca qui

Responsabile Area Contabile di Kibernetes | + articoli

Laureato in Economia Aziendale, Indirizzo Matematico all'Università "Ca' Foscari" di Venezia, è il Responsabile e coordinatore del team di esperti per l'Area Contabile Kibernetes.
Formatore abilitato dal FUAP, è stato docente ai Master MIMAP dell'Università Tor Vergata. È autore di diversi articoli specialistici pubblicati su Italia Oggi e IlSole24Ore.