Per comprendere lo stato dell’arte in merito alla gestione delle reti stradali comunali partiamo dal semplice dato della consistenza chilometrica. Delle 7.904 reti stradali comunali italiane non è disponibile un dato complessivo a livello nazionale e neppure i singoli enti locali, molto spesso, detengono un dato corretto e aggiornato. A questo aggiungiamo una valutazione sull’evoluzione delle reti infrastrutturali, con un trend in crescita del 13% negli ultimi 15 anni per le reti comunali e del 37% nell’ultimo trentennio per quelle provinciali. Se la conoscenza di un ambiente statico è importante, la consapevolezza e conoscenza di un ambiente dinamico e complesso, come quello del demanio stradale, risulta invece indispensabile per gestirlo in maniera efficace ed efficiente, apportando notevoli vantaggi in termini economici per il comune.

CONTINUA A LEGGERE GRATIS

Questo articolo fa parte della rivista semestrale cartacea.
Compila il form per accedere alla versione sfogliabile e ricevere gratuitamente la tua copia.

Ci vuole un minuto!

LEGGI GRATIS LINKPA
Architetto, responsabile Area Territorio e Ambiente di | + articoli

Dopo un'esperienza libero professionale come architetto, entra in Kibernetes dove si occupa di pianificazione e riqualificazione del patrimonio. In questa veste contribuisce alla costante evoluzione dei progetti dei clienti, perseguendo l'obiettivo di avvicinare gli Enti a una gestione strategica del patrimonio.

Architetto di | + articoli

Architetto specializzato in Progettazione Urbana, dopo la laurea all'Università degli studi Roma Tre, si è inserito nel team Patrimonio di Kibernetes, dove svolge il ruolo di consulente junior per gli enti clienti del gruppo. Esperto nelle fasi tecniche volte a mappare il patrimonio immobiliare, fasi propedeutiche alla revisione straordinaria. Si occupa, inoltre, dell'analisi e monitoraggio delle Opere Pubbliche degli Enti Locali.