L’orizzonte temporale estremamente limitato entro cui concludere gli interventi relativi al PNRR ha portato importantissime novità per l’ottimizzazione dell’attività amministrativa. Il nodo da sciogliere è stato quello di individuare strumenti amministrativi che consentano di realizzare quanto prima (e non oltre il 2026) il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, evitando di incorrere in eventuali lungaggini per contenziosi.

CONTINUA A LEGGERE GRATIS

Questo articolo fa parte della rivista semestrale cartacea.
Compila il form per accedere alla versione sfogliabile e ricevere gratuitamente la tua copia.

Ci vuole un minuto!

LEGGI GRATIS LINKPA
Erogazione servizi per Contabilità e Patrimonio di | + articoli

Alessandra Maria Spirito laureata in giurisprudenza, appassionata di diritto amministrativo e degli enti locali. In Kibernetes erogatrice di servizi e progetti nell'area Contabilità e Patrimonio