• 2minuti del tuo tempo per leggere questo articolo
In attesa del decreto sulla regolazione dei “fondi Covid”, è stato recentemente pubblicato un documento con il dettaglio ente per ente del saldo finale delle certificazioni. Sono tre le situazioni nelle quali può trovarsi il singolo ente e per ognuna sono state fornite indicazioni sulle modalità operative per regolare le relative posizioni contabili.
  1. Gli enti che hanno ricevuto un contributo, a titolo di fondone, superiore alle effettive necessità in termini di maggiori spese Covid, al netto dei risparmi e delle minori entrate. Il surplus dovrà essere restituito in quote costanti nei quattro esercizi dal 2024 al 2027. In bilancio si iscriverà la quota dell’avanzo vincolato e in spesa l’importo alla voce U.1.04.01.01.001 Trasferimenti correnti a ministeri;
  2. Enti in deficit di risorse avendo certificato un importo di fabbisogno superiore ai contributi ricevuti. Questi riceveranno ulteriori contributi da fondone, che saranno erogati dal Ministero dell’Interno, anche questi in quote costanti dal 2024 al 2027 ed entro il 30 aprile di ciascun anno;
  3. Enti per i quali non risulta né surplus né deficit (nel prospetto, nelle colonne relative compare il valore zero) e che pertanto non dovranno né restituire né ricevere somme. Se prudenzialmente fossero state vincolate risorse per una eventuale restituzione, queste potranno confluire nella quota libera dell’avanzo.
Responsabile Area Contabile di Kibernetes | + articoli

Laureato in Economia Aziendale, Indirizzo Matematico all'Università "Ca' Foscari" di Venezia, è il Responsabile e coordinatore del team di esperti per l'Area Contabile Kibernetes.
Formatore abilitato dal FUAP, è stato docente ai Master MIMAP dell'Università Tor Vergata. È autore di diversi articoli specialistici pubblicati su Italia Oggi e IlSole24Ore.