Una nuova proroga per l’approvazione dei bilanci si starebbe delineando sempre più concretamente. Quella attuale scade tra pochi giorni, il 31 maggio; in nuovo termine dovrebbe essere intorno a Ferragosto o addirittura a settembre. La prorogra si è resa sempre più necessaria per evitare il default di circa 800 enti locali.

Il problema nasce dall’illegittimità costituzionale (sentenza 80/2021 della Consulta) della norma che permetteva di coprire in 30 anni il deficit generato dai vecchi prestiti statali per pagare i fornitori delle Pa.

Ciò di fatto impone di ripianare quel deficit in tempi ordinari, quindi tre anni o comunque entro la fine dei mandati amministrativi. Allo stato attuale dei bilanci il rischio concreto, come detto, è portare al default circa 800 enti locali.

Per evitare la catena dei dissesti, il governo sta pensando un intervento ad hoc, ma ci vogliono i necessari tempi tecnici a soli sette giorni dalla scadenza attuale.

 

+ posts